SENZA BARRIERE SENZA DIVERSITA’

Giornata di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne a Verona

EVENTO GRATUITO

Sabato 04 Aprile 2020 dalle 9.30 alle 12.30

PROGRAMMA:

ORE:

  • 9.30
    Saluti istituzionali
  • 9.45
    Striking
    Muay Thai, Kick Boxing
    Insegnanti: Tatiana Rondanin e Roberto Vecchia
  • 10.30
    Lotta a Terra
    Brazilian JiuJutsu
    Insegnante: Matteo Cazzola
  • 11.15
    Sistema di Prevenzione
    Krav Maga
    Insegnante: Simone Dal Forno
  • 12.00
    Intervento psicologa

Perchè questo incontro?

E’ inutile ripetere quanto accade ogni giorno nella nostra società. Per chi come noi pratica arti marziali e sport da combattimento, risulta automatico riflettere sulla questione e molto spesso il pensiero fa giungere alla conclusione che difendersi non è proprio facile.

La difesa personale in fondo non esiste. Grandi Maestri ed istruttori di tutti i tempi hanno decantato che non esiste nessuna tecnica segreta nessuna disciplina è infallibile esiste solamente rendere più efficaci noi stessi.

E come ? Conoscendo prima di tutto il nostro corpo e la nostra  mente . Capire ciò che possiamo fare , come lo possiamo fare , forgiando il nostro carattere , riaccendendo le nostre percezioni , mettendoci allo specchio così che poco a poco possiamo cambiare e diventare, sintetizzando alcuni pensieri di un grande sociologo e maestro,  “migliori per essere più utili alla società cit Jigoro Kano.

Ma non si può nascondere il fatto che la violenza non esista. E che fare?

Tutta la società deve svolgere un ruolo fondamentale. Noi tutti siamo parte del puzzle e con ogni nostro gesto possiamo contribuire a creare quelle “misure necessarie per promuovere i cambiamenti nei comportamenti socio culturali” e vigilare affinché cultura, usi, costumi, religione, tradizione e cosiddetto “onore,” non possano essere utilizzati per giustificare la violenza.

E’ fondamentale non solo arginare ma cambiare all’origine e far accettare agli uomini che la donna è un suo pari.
Ecco che una “palestra” di arti marziali risulta un luogo principe dove sperimentare il cambiamento.

La disparità di forza fisica tra uomini e donne è un dogma che non esiste.

Ne è esempio la nostra Taty, donna, atleta, istruttore tecnico e non ultimo mamma: “io non mi sono mai sentita inferiore o trattata diversamente perché donna, quando si pratica non ci sono barriere non c’è disparità! Si pensa sempre alla forza e quindi non adatta alle donne a meno che non siano maschiacci , da noi non succede”

Non vogliamo che le donne abbiamo un decalogo per difendersi in situazioni infinite ed imprevedibili, mentre  abbiamo fiducia nel fatto che gli uomini in questo momento storico scelgano di impegnarsi perché vi sia un diffuso rispetto verso l’essere femminile che genera la vita.

Ed ecco la nostra risposta al perché di questo incontro!

Se vuoi toglierti qualche dubbio la nostra sezione domande e risposte è quella che fa per Te!!

FAQ