Lo Sparring: Il Combattimento Libero

Una breve analisi sull’approccio al combattimento (e la lotta) in modo libero nella nostra accademia di Sport da Combattimento: Kickboxing – Muay Thai – Brazilian Jiujitsu in provincia est di Verona – San Martino Buon Abergo

 

Tutte le fasi di allenamento sono importanti
La tecnica, la preparazione atletica, le combinazioni ai colpitori etc 
 
La fase che però racchiude tutto ciò che si fa durante le sessioni di allenamento: è lo sparring. 
 
Pratichiamo uno Sport Da Combattimento:
⏩ stiamo imparando a combattere ( di Kickboxing, di Muay Thai, di Brazilian JiuJitsu) sotto un regolamento preciso che ne identifica le peculiarità definendolo come Sport ⏪

 

 
⚠️ Capita di sovente che alcuni allievi non vengano alla sessione di sparring⚠️
 
  • spesso perchè si auto limitano non sentendosi in grado: pensiero ingiustificato ma comprensibile, chi è all’inizio può sentirsi inadeguato perchè non ha basi ferrate su cui muoversi eppure dal nostro punto di vista è il punto di inizio dove si trova il punto di inizio dove cercare ancora più stimolo per imparare.
 
E’ d’obbligo affermare che lo sparring con il novizio sarà adeguato al suo livello di pratica
 
  • Perchè ci si fa male: può capitare ma non è la regola, d’altro canto praticare una disciplina di contatto significa anche accettare qualche bottarella
  • Perchè si ha qualche acciacco: contusioni pregresse, piccoli infortuni o semplicemente non essere al meglio in quella determinata giornata
Nella nostra accademia non esiste l’obbligo di praticare lo sparring
non venire allo sparring parimenti vuole dire imparare a metà una disciplina
 
Prendendo ad esempio un altro contesto sportivo: 
la pallacanestro, si puo praticare ore ore ore in
 
  • tiri liberi
  • tiri da tre
  • tiri in sospensione
  • terzi tempi e scatti
  • Cross over, virate e rimbalzi
 
 e poi quando c è da fare la partitella, anche solo quella di allenamento non sentirsela.. ⤵️
❌La stessa identica cosa è spaccarsi ai pao e poi non venire al combattimento libero. ❌

 

COME CI SI FA LO SPARRING NELLA NOSTRA ACCADEMIA

✅ si fa a gradi: si parte per tot round leggeri controllati e se l’insegnante acconsente si aumenta di intensità 
 
✅ Non è una gara a chi tira più veloce e più forte 
 
✅ Sempre rispetto per il compagno, anche quando per movimenti sbagliati, perchè è scoordinato o tira troppo forte ci fa innervosire
✅ Applicare quello che si è imparato durante la settimana 
 
Non è semplice, lo vedo nel JiuJitsu (Ndr Andrea Tran) io stesso  dove sono un allievo, il cervello si occlude e ci si ricorda solo di certe cose –  quelle che facciamo sempre perché il corpo ha memorizzato quelle. 
Leggi anche articolo 
 

 

 
✅ Stare sempre rilassati, fluidi e giocare giocare giocare e sperimentare 
 
Se spinge e si tira come dannati succede come nel punto sopra, si attivano le prime cose che vengono automatiche. 
In conseguenza non si ragiona, non si riesce a trovare lo spazio e il tempo giusto per provare strategie diverse.
I piu grandi campioni Saenchai, Petrosyan, Samart Payakaroon, Mohamend Ali e molti altri non solo hanno doti tecniche straordinarie
ma hanno affinato la loro visione strategica (fighting IQ) rendendoli incontrastati sul ring
 
✅ Eh ma se l’altro tira forte/veloce/scoordinato/fa il toro ?
 
Allora si parla al compagno ci si confronta anche a costo di sembrare dei lamentoni
 
✅ Dunque non si tirerà mai forte e ritmo più alto? 
 
Assolutamente sì. 
Ci sarà il momento in cui si potrà viaggiare come missili. 
Ma questo avverrà solo quando la maggior parte  avrà delle competenze minime che valuteranno gli insegnanti. 
 
Quali possono essere? un esempio
 
  • Portare combinazioni e non colpi singoli 
  • Equilibrio 
  • Guardia alta 
  • Saper bloccare e rientrare 
 
Competenze che si apprendono andando con moderazione, facendole sedimentare e che poi verranno trasposte con forza e velocità.
Diventerà un passaggio più conscio delle proprie capacità, perché appena si metterà forza e vigore diverrà un pianeta differente ma si avranno le basi per non trovarsi spiazzati
 
Questo è il presupposto per crescere nel combattimento evitando gli infortuni.
 
 
✅ Ultimo e probabilmente il più importante 
  • Fate Domande siate curiosi
  •  
  • ascoltate i consigli che vi diamo in tempo reale è la base per quando si andrà sul ring o tatami dove dovrete ascoltare l angolo 
 
Siate sempre d’esempio ai vostri compagni!! 
 
 
Andrea Tran

Ora che sei arrivato qui in fondo non ti resta che venire a trovarci a

San Martino Buon Albergo in Via Cesare Beccaria 12/e

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *